Prestiamo consulenza nell'ambito della Certificazione ISO e sui sistemi di gestione. Contattateci senza impegno al nostro numero telefonico 02.40705812

Nuovi reati “presupposto” nella Responsabilità Amministrativa – d.lgs. 231/2001

La Legge 6 novembre 2012 n. 190, recante “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione” (cd. Legge anticorruzione), che entrerà in vigore il prossimo 28 novembre, ha ampliato l’elenco dei reati “presupposto” della responsabilità amministrativa degli enti di cui al D.Lgs. n. 231/2001.

Si tratta, in particolare dei reati di (i) induzione indebita a dare o promettere utilità (nuovo art. 319 quater cod. pen.) e (ii) corruzione tra privati (art. 2635 cod. civ., terzo comma, nuova formulazione), la cui commissione può comportare a carico degli enti una sanzione pecuniaria rispettivamente pari ad un massimo di Euro 1.239.496 e di Euro 619.748.

In ragione di quanto sopra, le imprese interessate dovranno aggiornare ovvero dotarsi – prima della commissione del fatto – di appositi modelli organizzazione, gestione e controllo, al fine di non incorrere nelle pesanti sanzioni summenzionate.