Prestiamo consulenza nell'ambito della Certificazione ISO e sui sistemi di gestione. Contattateci senza impegno al nostro numero telefonico 02.40705812

Servizi di Consulenza Modelli Organizzativi 231: ecco come evitare i rischi per la tua azienda

Il nostro team è specializzato nei servizi di consulenza per la progettazione e realizzazione di Modelli Organizzativi 231 (il riferimento è al D. Lgs. 231/2001).

Il decreto legislativo 231/2001 ha introdotto nell’ordinamento legislativo la Responsabilità d’impresa per le persone giuridiche, come enti e società, la possibilità cioè che queste possano essere direttamente chiamate a rispondere dei reati commessi nel loro interesse da dirigenti, dipendenti, collaboratori e da tutti coloro che operano in nome e per conto della società.

Stiamo parlando quindi di reati di varia entità e gravità come:

  • reati di omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime, commesse con violazione delle norme antinfortunistiche e sulla tutela dell’igiene e della salute sul lavoro (si veda a tal proposito il capitolo dedicato alla norma consulenza ohsas 18001);
  • reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • reati informatici;
  • reati ambientali;
  • reati societari e sul patrimonio.

Per proteggersi di fronte a questi reati le aziende hanno uno strumento molto importante, previsto sempre dal succitato D.Lgs. 231, precisamente con l´art. 6 del decreto: le aziende possono avere l’esonero dalla responsabilità con l’adozione (ovviamente precedente all’accadimento del reato contestato) di appositi Modelli Organizzativi correttamente attuati.

Quindi per prevenire e proteggersi dalla imputazione di colpa dei reati indicati dal decreto in questione gli organi dirigenziali di una azienda possono adottare, e poi correttamente applicare, modelli di organizzazione e gestione, nello specifico i Modelli Organizzativi 231, che danno quindi alla società (o ente) la possibilità di difendersi efficacemente in sede di procedimento penale.

Quando diciamo che le aziende ‘possono’ adottare il Modello 231 lo diciamo perché la norma, che si può consultare integralmente su normattiva.it, non prevede l’obbligatorietà dell’adozione di tali misure.
Tuttavia, solo come esempio e per dare riferimenti concreti all’importanza di tali misure, spesso le PP. AA. stabiliscono, nei bandi di gara per appalti e subappalti, che possono partecipare solo imprese che adottano Modelli organizzativi ai sensi del D. Lgs. 231/2001 (per maggiori specifiche su questo invitiamo a contattare il nostro servizio Consulenza Modelli Organizzativi 231).

Tra i suoi snodi fondamentali l´implementazione del Modello 231 prevede:

  • l´analisi dei processi sensibili e potenzialmente a rischio di reato dell’azienda, quindi della sua struttura e organizzazione;
  • la realizzazione del sistema di gestione del rischio;
  • l´istituzione di un Organismo di Vigilanza (O.d.V.);
  • la definizione di un sistema disciplinare e sanzionatorio interno;
  • la formazione del personale a tutti i livelli su quanto previsto nel Modello 321 adottato;
  • successive verifiche sull’efficacia del Modello;
  • aggiornamento periodico del Modello.

Per avere le specifiche del caso si possono contattare i nostri esperti del servizio di Consulenza Modelli Organizzativi: abbiamo un team di professionisti con skill differenti e complementari, con avvocati, professionisti in ambito contabile e amministrativo, esperti in problematiche societarie, in diritto del lavoro, in procedure aziendali e specialisti di informatica.

Supportiamo tutte le aziende che lo vogliano nella realizzazione e implementazione degli adempimenti previsti D.Lgs. 231/2001 e nella creazione dei appositi Modelli Organizzativi, l’unica possibilità che hanno le società e gli enti di non incorrere nelle sanzioni pecuniarie e/o interdittive previste dalla legge nell’ipotesi di commissione dei reati (consulenza modelli organizzativi – contattaci senza impegno).